Rialzo del seno mascellare per impianto dentale-Brindisi

 

Nell’arcata superiore, nei settori dei molari, l’osso puo’, a volte, non essere sufficiente ad inserire gli impianti. Al di sopra di esso si trova il seno mascellare, una cavita’ piena d’aria che comunica con le cavita’ nasali e che spesso si fa sentire quando si infiamma, provocando la sinusite.

 Il piccolo rialzo è una tecnica che prevede la normale preparazione del sito implantare, arrestandosi 1-2 mm al di sotto del pavimento; quindi con appositi strumenti questo viene sollevato di alcuni millimetri per permettere la rigenerazione ossea e quindi un sufficiente spessore osseo per la stabilità definitiva degli impianti. Il grande rialzo è una tecnica particolare d’innesto osseo che consiste nella elevazione della membrana del seno per permettere una rigenerazione ossea all’interno dello stesso in modo da permettere l’inserimento di impianti: la zona dei molari presenta infatti spesso nell’arcata superiore una scarsa disponibilità ossea.

RIALZO DEL SENO MASCELLARE*

A livello della zona dei molari nell’arcata superiore è spesso assente una disponibilità ossea tale da permettere un sufficiente ancoraggio all’osso. Per aumentare la quantità di osso disponibile sono state suggerite alcune tecniche di innesto. Esiste la possibilità di sovrapporre blocchetti di osso autologo (ossia osso del paziente) all’osso mascellare oppure di inserire il materiale da innesto direttamente nel seno mascellare aprendo una finestra a livello della zona edentula dove si vogliono inserire gli impianti. Si pratica (un’osteotomia taglio dell’osso) rettangolare usando molta cautela per non perforare la membrana del seno mascellare. Si spinge verso l’interno la finestra ossea dissezionando con molta attenzione la membrana del seno dalla parete ossea. A questo punto è possibile ottenere il posizionamento del materiale da innesto in modo da ottenere la massima altezza possibile. L’osso autogeno prelevato dal mento o dalla branca montante della mandibola viene sminuzzato e mescolato ad altro tipo di osso eterologo o alloplastico (osso bovino o derivati del corallo ad esempio)e incluso nel seno mascellare.

 

MINI-RIALZO DEL SENO MASCELLARE

 

 Questa tecnica consiste nella perforazione dello spessore osseo rialzato con l’aiuto di osteotomi ( piccoli percussori ) di diametro crescente in modo da fratturare cautamente il pavimento senza però rompere la membrana

  mini rialzo del seno mascellare

 

GRANDE RIALZO DEL SENO MASCELLARE

 

elevezione esterna del seno. Si esegue una finestra ossea dall’interno del cavo orale attraverso cui si introduce l’innesto di osso del paziente misto con osso demineralizzato

  Grande rialzo del seno mascellare

 

SINUSLIFT

Se si può disporre di una sufficiente altezza a livello del pavimento del seno (4-5mm) l’intervento implantare si può eseguire contemporaneamente al sinuslift, viceversa è necessario attendere almeno 6 mesi perchè si possano posizionare impianti in siti dove in precedenza non era possibile.
Nei casi in cui si progetti un intervento bilaterale è necessario avere a disposizione una quantità molto significativa di osso e può essere necessario prelevare l’osso dalla cresta iliaca (dell’anca) il che comunque richiede un intervento chirurgico a parte in ambito ospedaliero e in anestesia generale.

  Sinuslift Brindisi Centro Dentistico San Lorenzo